Perugia- In questo momento di estrema difficoltà e di bisogno di solidarietà, i dentisti ANDI della provincia di Perugia hanno deciso di donare apparecchiature salvavita (nello specifico un respiratore portatile e due monitor per la gestione delle condizioni del paziente, per un valore complessivo di 20.000 Euro) ai presìdi sanitari provinciali. Gli strumenti saranno inizialmente consegnati alla Protezione civile umbra, che li utilizzerà laddove se ne avrà maggior bisogno; a emergenza finita verranno consegnati definitivamente agli ospedali di Perugia e Foligno.
I medici iscritti alla cassa di previdenza ENPAM avranno diritto a un bonus una tantum di 600 euro per fare fronte all’emergenza coronavirus . Il sostegno previsto dal Governo all’interno del decreto Cura Italia assicura un sostegno economico a tutti i lavoratori autonomi con partita IVA che esercitano la professione.

L’attività lavorativa è diminuita nelle ultime settimane a causa della pandemia e naturalmente anche il fatturato e il guadagno sono calati, nella già citata manovra è previsto un contributo economico per tutti quei lavoratori che fanno affidamento a casse di previdenza private e dunque questo è anche il caso dei medici. Tutti i medici iscritti alla ENPAM  potranno richiedere il bonus di 600 euro alla propria cassa di

L’ENPAM inoltre ha posticipato i versamenti contributivi, compresi quelli rateizzati, al 30 settembre. Per i medici di famiglia, guardia medica e dell’emergenza territoriale prevista una polizza che interviene anche in caso di contagio da Covid-19. Per chi svolge solo la libera professione vi è, invece, un contributo di 82,78 euro al giorno in caso di quarantena imposta dall’autorità.

Cari colleghi


Nel corso delle ultime ore sono sopraggiunte tante novità che riguardano ognuno di noi Odontoiatri italiani, in parte legate agli interventi assistenziali deliberati da Fondazione ENPAM per i professionisti iscritti alla quota B del nostro Ente di previdenza ed in parte per le nuove decisioni del Ministero del lavoro dopo le forti manifestazioni di “contrarietà” per la mancata definizione di sussidi nei confronti dei professionisti iscritti alle Casse di previdenza private nel decreto “Cura Italia”.


Gli iscritti che svolgono esclusivamente attività libero professionale, in aggiunta all’indennità di mille euro, potranno chiedere all’Enpam un anticipo sulla pensione maturata sulla Gestione “Quota B”.

È questa la seconda misura varata in via eccezionale e approvata nel Cda “d’emergenza” che si è svolto oggi pomeriggio, resosi necessario per raccogliere il grido d’aiuto lanciato dai professionisti e dare loro risposte concrete.

Grazie a questa misura “ad hoc”, i camici bianchi potranno avere a disposizione liquidità utile a tamponare le perdite causate dal brusco stop lavorativo che ha colpito duramente la libera professione.

“È un intervento d’urgenza, dopo il primo intervento fatto per i colleghi delle zone rosse e in quarantena obbligata – spiega il vicepresidente vicario dell’Enpam Giampiero Malagnino -. Aspettiamo l’intervento del governo annuncio per aprile che non dovrà dimenticare i liberi professionisti. Allora Enpam valuterà la necessità di ulteriori interventi per i colleghi più in difficoltà  Penso ai giovani e ai colleghi delle regioni che per prime e più di tutte hanno sofferto”.


























L’Enpam verserà – con propri fondi – un’indennità di mille euro a tutti i medici e odontoiatri che svolgono libera professione e che hanno avuto un calo del reddito importante a causa del Covid-19.

“E’ un segnale di presenza concreto dell’ente previdenziale nei confronti di tutti coloro non hanno un reddito garantito e che danno tanto al rapporto medico paziente, troppi anche la vita – ha detto il presidente della Fondazione Enpam Alberto Oliveti -. Tutti i colleghi possono contare sull’Enpam come primo aiuto, sapendo che promuoveremo ulteriori iniziative per garantire un supporto in questo periodo drammatico. Allo stesso tempo aspettiamo anche gli interventi, per i quali ci siamo battuti moltissimo, da parte del governo”.

La misura andrà a chi esercita unicamente come libero professionista ma anche a chi fa libera professione in parallelo ad attività in convenzione o come dipendente (es: chi fa intramoenia).

L’aiuto potrà essere richiesto da tutti gli iscritti non pensionati, senza limiti di reddito.

L’articolo 56 comma 5 del Decreto Cura Italia, prevede misure di sostegno finanziario a favore di “microimprese e piccole e medie imprese”.

Tale affermazione si presta ad interpretazioni. Quella più stringente esclude, perché non direttamente menzionati, i liberi professionisti. Tuttavia il diritto europeo (Raccomandazione della Commissione Europea 2003/361/Ce) considera impresa qualsiasi “entità a prescindere dalla forma giuridica rivestita, che eserciti un’attività economica” ricomprendendo anche i liberi professionisti .

“ La odierna circolare ABI supera qualsiasi residuo dubbio interpretativo rispetto alla legittimità di richiesta di moratoria da parte degli Odontoiatri verso gli istituti di credito – è il commento di Carlo Ghirlanda, Presidente Nazionale ANDI- Il diritto alla moratoria non è subordinato ad alcuna delibera da parte degli Istituti di credito. Per ottenerla è sufficiente la sola presentazione della domanda”

In questi giorni di chiusura degli studi odontoiatrici le nostre agende degli appuntamenti e i nostri programmi gestionali sono spesso gestiti in remoto dal personale dipendente dello studio, di fatto adottando la disciplina del lavoro agile (o smart working) definito dalla legge (legge n. 81/2017) ”una modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato caratterizzato dall'assenza di vincoli orari o spaziali”. 

Vuoi prendere visione dello Statuto e del Regolamento ANDI in vigore?
Scarica e visualizza quanto approvato dall’Assemblea Nazionale Straordinaria ANDI nell’ambito dei lavori assembleari tenutisi a Napoli il 1 giugno 2013.
Vai alla pagina di dettaglio cliccando qui.

NOTA:

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi e esperienza dei navigatori. Se decidi di continuare la navigazione accetti il loro uso. Per saperne di piu'

Approvo